100 Happy Days – Settimana 6

Riassuntini felici della settimana appena trascorsa.

 

14/09/2015: non c’è molto da stare allegri quando si lascia casa per tornare qui, soprattutto con un volo delle 8 di mattina che richiede sveglia alle 5:00 (le 500, come direbbe il Trio Medusa) per poter arrivare in ufficio senza prendere la mezza giornata di ferie. Ma ho visto un arcobaleno dall’aereo!

15/09/2015: ho ricominciato pilates. Non che avessi mai realmente smesso, ma nelle ultime 2-3 settimane avevo dato la priorità all’ipnosi e alla mia salute mentale. Ho constatato oggi che la combinata pilates-ipno è in realtà assai vincente. Ultimamente dormo un casino e sono entusiasta. Menzione speciale alla mia insegnante di pilates, che mi conosce da poco, ultimamente mi ha visto pochissimo, ma ha notato il mio taglio di capelli. (Ho anche visto un altro arcobaleno!)

16/09/2015: in giornate anonime come queste, di cosa ci si può rallegrare? La so! Ho prenotato il biglietto del treno per andare a Manchester nel weekend. Fuga continua.

17/09/2015: boh. Altra giornata poco saporita. Mi sto drogando di documentari di Alberto Angela. Suppongo sia bello quando si imparano nuove cose?

18/09/2015: la vita è più bella quando viaggi, e io lo so bene. Treno per Manchester, venerdì sera in città con L, che si è trasferita (o meglio, è tornata) qui da poco. Vincente!

19/09/2015: a Manchester oggi c’era un food festival, dove abbiamo passato qualche oretta ascoltando gruppi bizzarri, mangiando e bevendo anche piuttosto bene. A seguire un spritz col Campari (un po’ triste) e una serata al pub sgarruppato preferito di L. Terrazza con vista su un paesaggio urbano e uno splendido tramonto, gruppetti carini che suonavano. E un tizio che, attaccando bottone in maniera molto gentile e poco provolonica, ha commentato in maniera sconvolta la mia età: “Cosa???? Ma… ma io ti davo 21 anni al massimo!”. Grazie, sei il mio nuovo migliore amico! E poi mi ha salutato con un simpatico “Have a wonderful life”, che spero mi sia di buon auspicio.

20/09/2015: come sempre, tornare è un pacco. Ma il bello di oggi è stato il risveglio con calma, il giretto per il quartiere e il pranzo alle 16. La domenica dovrebbe essere sempre sinonimo di relax.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: